Una goccia dal cielo - parte 1- CELLULE PARROCCHIALI DI EVANGELIZZAZIONE Gruppi Cellule-Oikos p. S.O. - Palermo Arcidiocesi di Palermo

Una goccia dal cielo - parte 1

Il_giudizio_particolare

LUNEDÌ 16 MARZO 2020
 

Carissimi, vorrei condividere oggi una Goccia dal Cielo con voi.

In tempi in cui siamo coinvolti e stravolti dall’emergenza coronavirus Dio Padre volge lo sguardo su di te per parlare al tuo cuore, per parlarti della sua volontà. Una realtà che può cambiare la tua vita. È una visione nuova sulla Divina Volontà: non fare la volontà ma vivere nella volontà di Dio.

Una visione di fronte alla quale man mano che il tuo cuore si apre sperimenterai fascino, sorpresa, la scoperta della verità tutta intera che cambia la vita ed il destino eterno. In una parola il cielo, Dio, viene ad abitare e ad operare nella tua anima, già in questa storia, se ti lascerai afferrare, attrarre senza fare ragionamenti e resistenze.

La D.V. è Dio, l’essenza di Dio che afferra il tuo essere, lo rapisce e lo riempie di sé per farti vivere in Dio.

Ci troviamo di fronte ad una realtà nuova della quale non si è mai sentito parlare molto. Qualcuno può pensare che si perde il senso della misura quando si parla della D.V. In effetti è una via nuova, qualcosa che ci fa rimanere abbagliati e felicemente scioccati.

Il mio primo impatto con questa realtà risale a tanti anni fa quando ero parroco presso la Chiesa Annunciazione del Signore, ma non ero pronto ad afferrare.

Sapete che io cerco da anni di conoscere una strategia per mettere a morte la carne. È un chiodo fisso. E finalmente ho intravisto una via rapida, semplice, alla portata di tutti per raggiungere l’obiettivo, per rispondere a certe domande:

  • come posso neutralizzare il mio carattere carnale?
  • come posso amare Dio con tutto il cuore ed il prossimo con l’amore, agape, l’amore di Dio?
  • come faccio a stare col Signore ininterrottamente?
  • come faccio a svolgere il ministero piacendo al Signore e portando frutti.

Ma se il Cielo, Dio, scende nella mia anima non è più il mio io umano, naturale, carnale a decidere ma la vita divina che opera in me.

Allora tutto cambia!

Nonostante il cammino di fede il nostro carattere ancora molto carnale e ci orienta sempre al peccato ed alle passioni con le conseguenze che sappiamo.

Allora cos’è questo Cielo che scende nella mia anima?

Il Cielo è la volontà di Dio, la Divina Volontà.

Quando si parla di misericordia onnipotenza, grandezza, bellezza, onniscienza si parla sempre di qualità attributi di Dio, quando si parla della D.V. si parla invece della realtà di Dio.

La D.V. è la stessa vita di Dio, la natura di Dio, l’essenza autentica, vera, di Dio, insomma tutto ciò che in lui è vita. Tutte le qualità di Dio partono da questa vita divina e tutto ha vita in essa.

E che succede poi?

Dio per uno sfogo di amore incontenibile, uno sbocco di amore espansivo, vuole espandere questa sua vita, questa sua volontà, sulla creatura in modo nuovo e pieno.

Giovanni 10.10: “Sono venuto per darvi una vita in abbondanza”.

Perché? Perché questa creatura vivendo questa vita divina possa adorare, amare, riparare, operare come Dio. Quindi vivere nella Divina Volontà non è una devozione, non è una pratica di virtù, ma è vita divina da vivere. È lo stesso tipo di vita di Dio, il suo DNA divino che fluisce nella creatura che la riceve in dono e la vive come se fosse una cosa propria.

Te ne vuoi innamorare? La devi conoscere! Per conoscerla devi ascoltare, aprire il cuore, amarla e poi chiederla come un dono e viverla come linfa che ti da vita. Non si conquista attraverso lo studio o l’apprendimento. Si chiede come un dono e basta! Ma occorre un cammino in cui tu ti adoperi per cercare, desiderare, conoscere e possedere questo dono. Questo dipende soltanto da te, nessuno te lo può imporre. Nessuno può farlo al posto tuo, è una tua decisione e solo tua.