IL GIUDIZIO PARTICOLARE ? Parte 1- CELLULE PARROCCHIALI DI EVANGELIZZAZIONE Gruppi Cellule-Oikos p. S.O. - Palermo Arcidiocesi di Palermo

Il giudizio particolare - messaggio 1

Il_giudizio_particolareMARTEDÌ 24 MARZO 2020



Carissimi, amati dal Signore, siamo qui per aprire i cuori alle verità ultime, ai fatti che si realizzeranno un istante dopo la morte ed il sacerdote a chi sta per lasciare questo mondo si rivolge con queste dolci e rassicuranti parole: 

“Parti, anima cristiana, da questo mondo, nel nome di Dio Padre onnipotente che ti ha creato e nel nome di Gesù Cristo, Figlio di Dio vivo, che è morto per te sulla croce, nel nome dello Spirito Santo, che ti è stato dato in dono; la tua dimora sia oggi nella pace della santa Gerusalemme, con la Vergine Maria, Madre di Dio, con san Giuseppe, con tutti gli angeli e i santi. Tu possa tornare al tuo creatore, che ti ha formato dalla polvere della terra. Quando lascerai questa vita, ti venga incontro la Vergine Maria con gli angeli e i santi. Mite e festoso ti appaia il volto di Cristo e possa tu contemplarlo per tutti i secoli in eterno”. 

Poi invochiamo lo Spirito di Dio perché apra i nostri cuori alla verità tutta intera per camminare integri verso il cielo.

Il giudizio. “E come è stabilito per gli uomini che muoiano una volta sola dopodiché viene il giudizio”, Ebrei 9,27.  

Questo versetto è uno dei più seri della Bibbia. È molto spiacevole leggerlo o sentirlo, ma l’argomento oggi è il giudizio. Sicuramente non vi piace sentirlo ed io non ne parlo volentieri. Ma  non importa nulla se lo volete sentire o meno. Mi dispiace, ma non abbiamo altra scelta poiché la morte verrà sicuramente, anche il giudizio verrà sicuramente. Quanto è certo che devi morire tanto è certo che sarai giudicato. 

La Bibbia ci presenta molti fatti. I fatti persistono sempre indipendentemente che tu ci creda o meno. Un fatto non sparisce se tu non ci credi, un fatto rimane, rimane un fatto. La Bibbia parla del fatto che Dio esiste. Per questo non importa nulla che tu ci creda o meno come per il fatto che nel firmamento esiste il Sole non dipende dal fatto che un cieco lo creda o meno. Ora la Bibbia mostra che esiste anche la morte. Se credi o meno che esista la morte non importa niente, essa verrà. Infine la Bibbia parla ancora di un altro fatto che sta al futuro e poiché riguarda il futuro non gli prestiamo nessuna attenzione. Ciò nonostante persiste anche questo fatto. Avverrà un giudizio, che si tratti di un peccato grave o lieve, che si tratti di un peccato raffinato o brutale, che si tratti di un peccato che fa fare bella o brutta figura, sappi che tutti gli atti e tutti gli uomini appariranno senza eccezione davanti al tribunale di Dio. Ciò è un fatto, indipendentemente che tu lo creda o meno. 

Permettimi di essere così diretto, non vorrei perdere del tempo per provare che il giudizio esiste. 

Il fatto non ha bisogno di nessuna prova.

Amico ti chiedo, hai già risolto il problema del tuo peccato? 

Forse hai già sentito il Vangelo alcune volte senza però avere eliminato il problema del peccato. Ora devo dirti che il giudizio è inevitabile quanto la morte. Non puoi sapere quando muori e quando sarai giudicato quindi dovresti già oggi risolvere il problema del tuo peccato altrimenti la faccenda diventerà pericolosa per te. Se il problema del tuo peccato non è ancora risolto ti consiglio di non mangiare, di non dormire fino a quando questo, il peccato, sarà tolto. Sbriga il problema anche oggi. Quando verrà il giudizio il tuo tempo sarà passato. 

Che cosa verrà dopo il giudizio. Leggiamo 2^ Tessalonicesi, capitolo 1, 7-9: “…si manifesterà il Signore Gesù nel cielo insieme agli angeli della sua potenza, con fuoco ardente, per punire quelli che non riconoscono Dio e quelli che non obbediscono al vangelo del Signore. Essi saranno castigati con una rovina eterna, lontano dal volto del Signore e dalla sua gloriosa potenza”.

Nessuno incredulo può sfuggire a questo destino!